Vieni a trovarci nella “Silicon Valley” della ricerca italiana

Il 3 luglio è stato annunciato che nella periferia sud-est di Roma, alle pendici dei Castelli Romani è nata la “Silicon Valley” della ricerca italiana.

A farlo sapere è il viceministro per istruzione, università e ricerca (MIUR) Lorenzo Fioramonti, il quale ha spiegato che l’obiettivo di questo progetto è creare un “distretto dell’economia e della scienza per una smart city sostenibile“, ovvero una città in grado di sfruttare la scienza a favore del proprio progresso sociale ed economico.

Il progetto risale all’inizio dell’insediamento del viceministro e l’idea è di avere un impatto ambientale e sociale positivo sulla città, attraverso la promozione d’infrastrutture digitali, progetti di  mobilità sostenibile e turismo congressuale.

In questo territorio però, nonostante la presenza della maggior parte degli enti pubblici della ricerca italiana e di poli d’eccellenza come Asi (Agenzia Spaziale Italiana) e il campus di Tor Vergata (il più grande d’europa) c’è anche il più alto tasso di dispersione scolastica e il minor numero di laureati della provincia di Roma. Forse proprio per questo è stata scelta tale zona per il progetto di riqualifica, il quale si spera verrà esteso anche ad altre città o altri territori.

Tuttavia anche se la posizione non sembra buona per il tema dell’educazione, proprio ai piedi dei Castelli Romani, fra Asi (Agenzia Spaziale Italiana) e il campus di Tor Vergata  sorge la Little Genius International, scuola internazionale in lingua inglese per nativi digitali, che fornisce un’istruzione di alta qualità volta ad enfatizzare e incoraggiare l’analisi critica, il pensiero creativo, l’opportunità e la libertà di pensiero, attraverso la sua metodologia proprietaria ICE-Infinite Child Evolution (che attira ogni anno delegazioni da tutto il mondo).

Little Genius International è riconosciuta da Cambridge ed è membro della RISA (Associazione Scuole Internazionali di Roma) e nel 2014 ha ottenuto la certificazione come Benefit Corporation, diventando la migliore B Corp (Società Benefit) Italiana e entrando tra le top al mondo dal 2016.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *